Salta il menu e vai direttamente al contenuto


Menu principale


Ti trovi in: Home > Pappagalli > Le specie di pappagalli

Le specie

Cenerino
(Psittacus erithacus)



Cenerino

Classificazione

Ordine: Psittaciformi; Famiglia: Psittacidi; Genere: Psittacus; Specie: P.erithacus

Origine

Africa centrale dal Golfo di Guinea al Kenya occidentale e a nord della Tanzania

Note varie

Il piumaggio del corpo è grigio e grigio chiaro nella zona del ventre. Testa quasi bianca, penne caudali rosse e le penne remiganti nere. Le zampe e il becco sono grigi, mentre l' iride dell' occhio è nera contornata di un giallo intenso.Vivono in stormi che comprendono fino a 200 individui che passano la notte su grandi alberi. In natura si cibano dei frutti della palma da olio e scendono al suolo solo per procurarsi piccoli sassolini utili alla triturazione del cibo nello stomaco muscolare. Nidifica nelle cavità di grandi alberi ad almeno 30 metri dal suolo. La distruzione dell’habitat e catture indiscriminate potrebbero rappresentare un rischio per la salvaguardia della specie anche se ancora numerosa in natura. Gli esemplari riprodotti ed allevati in cattività sono maggiormente predisposti ad una interazione con l’uomo. Occorrono 12 settimane dalla schiusa affinché i pullus si involino.

Consigli

Di carattere socievole e giocoso, ha bisogno di compagnia. Si addomestica facilmente se preso in età giovanile. Può diventare un buon parlatore.

Habitat

foreste di pianura, savane, mangrovie

Dimensioni

da 33 a 35 cm di lunghezza

Dimorfismo sessuale

il dimorfismo è inesistente. La tecnica dell'analisi genetica della penna offre buone garanzie per il sessaggio.

Alimentazione

semi vari, bacche e frutta

Riproduzione

due covate all' anno di 3- 4 uova, per 28 - 30 giorni. E' consigliata una gabbia di buone dimensioni

Tipologia

Psittaciformi


Ara gialla e blu
(Ara ararauna)



Ara Ararauna

Classificazione

Ordine: Passeriformi; Famiglia: Psittaciformi; Genere: Ara; Specie: A.ararauna

Origine

centro-sud America: nella parte occidentale da Panama alla Colombia, all'Ecuador e al nord del Perù; nella parte orientale dal Venezuela alla Guyana, all'isola di Trinidad, fino al Brasile, Bolivia, Paraguay e nord dell'Argentina.

Note varie

Dorso di colore blu, le parti inferiori sono invece color giallo; fronte e corona portano una colorazione verde, la gola è nera. Le guance sono nude, bianche e orlate da piccole piume nere. Il becco è nero e l’iride giallo. È una specie di pianura che si adatta ad altimetrie superiori ai 1300 m.s.l.m. come in Perù.

Consigli

Di carattere socievole e giocoso. Di natura longeva può diventare un ottimo parlatore se ben addomesticato.

Habitat

Vive nelle fitte foreste di tropicali e nei boschi di palma che si sviluppano sulle paludi o lungo i corsi dei fiumi.

Dimensioni

80 - 90 cm circa di lunghezza

Dimorfismo sessuale

il dimorfismo è inesistente morfologicamente. E' possibile tramite l'endoscopia laparoscopica o mediante l'analisi della penna con tecniche quali la PCR o simili.

Alimentazione

semi vari (secchi e freschi), frutta, verdura e sfarinati a buon contenuto proteico

Riproduzione

Covata di 2- 3 uova, per 26 giorni. Il nido e la voliera devono essere molto confortevoli.

Tipologia

Psittaciformi


Amazzome fronte azzurra
(Amazona aestiva)


Classificazione

Ordine: Psittaciformi, Famiglia: Psittacidi, Genere: Amazona, Specie: Amazona aestiva

Origine

Brasile

Note varie

E' una specie molto socievole anche nei confronti dell’uomo con il quale interagisce moltissimo. È in grado di ripetere suoni e parole con relativa facilità: proprio per questo motivo le catture dei soggetti in natura per alimentare un commercio sproporzionato sono molto frequenti. Testa, corpo, ali e coda sono di colore verde con alcune sfumature gialle. Le spalle ed alcune penne delle ali presentano una colorazione rosso accesa; la fronte, come indica il nome comune, è azzurra. Un cerchio giallo contorna l’occhio che presenta un’iride nera con un cerchio esterno di colore arancione. Becco e zampe sono molto scuri.

Consigli

Per la riproduzione è consigliato l’uso di una grande voliera fornita di nidi a forma di tronco cavo (si adatta anche ad una cassetta nido delle dimensioni di 100 x 40 x 50 cm. posata sul suolo della voliera). È una specie che può raggiungere anche i cent’anni d’età ma è anche molto sensibile alle variazioni brusche di temperatura ed umidità; inoltre non dovrebbe essere tenuta a temperature ambientali inferiori ai 10-12 °C.

Habitat

lungo i corsi d’acqua o in vicinanza di coltivazioni di mais

Dimensioni

non supera i 37 cm

Dimorfismo sessuale

non è evidente

Alimentazione

miscela di semi di girasole, mais, avena, canapa, frumento e miglio; frutta e verdura fresche devono essere sempre a loro disposizione come pure qualche pezzetto di pane secco e noci. Periodicamente è consigliata anche la somministrazione di uovo sodo

Riproduzione

la femmina depone da due a quattro uova che cova senza l’aiuto del maschio per circa un mese. I nidiacei vengono svezzati all’età di due mesi circa

Tipologia

Psittaciformi



XHTML 1.0 valido | CSS valido | Menu | Ricerca | Inizio pagina ↑